Donare gli organi

Donare gli organi

Decidere di donare i propri organi e tessuti dopo la morte è un gesto di grande generosità perchè si dona a uno o più pazienti, spesso in fin di vita, la possibilità di guarire e riprendere una vita normale. È una scelta consapevole, non un obbligo.

Si possono donare i seguenti:

  • organi: cuore, reni, fegato, polmoni, pancreas e intestino.
  • tessuti: pelle, ossa, tendini, cartilagine, cornee, valvole cardiache e vasi sanguigni.

Per i donatori non esistono precisi limiti di età: le cornee e il fegato possono essere prelevati anche da donatori di età superiore a 80 anni. Per tutelare il ricevente, l'unico requisito necessario per la donazione è che l'organo da trapiantare sia sano.

La donazione di organi e tessuti può avvenire solo dopo una diagnosi di morte con criteri neurologici e se il defunto ha espresso in vita la volontà di diventare donatore.
È quindi importante informarsi, scegliere e decidere in vita se diventare o meno donatore. In questo modo è possibile:

  • chiarire la propria posizione personale sulla donazione ed esser certi che la propria volontà sia rispettata
  • sollevare i propri familiari da una scelta difficile in un momento delicato. Quando scompare una persona amata infatti è difficile pensare agli altri, in particolare a chi è ammalato e che, se non avrà un nuovo organo, avrà un’aspettativa di vita molto bassa.

Se una persona ha scelto di donare gli organi dopo la morte, nessuno si può opporre e la sua volontà deve essere mantenuta integra.

La dichiarazione di volontà a donare organi e tessuti è attualmente regolamentata dalla Legge del 01/04/1999, n. 91, art. 23 e dal Decreto ministeriale del 08/04/2000 (aggiornato con Decreto ministeriale del 11/04/2008).

La legge garantisce libertà di scelta sulla donazione: si può dare il consenso o il diniego ed essere certi che la propria volontà sarà rispettata. In Italia non esiste il silenzio assenso, questo vuol dire che se non c’è una dichiarazione di volontà fatta in vita, in caso di morte celebrale, sarà chiesto il parere ai familiari aventi diritto (Legge del 01/04/1999, n. 91, art. 23 e Decreto ministeriale 08/04/2000).

Tutti i cittadini maggiorenni possono dichiarare la propria volontà (consenso o diniego) sulla donazione di organi e tessuti dopo la morte nei seguenti modi:

  • registrare la propria volontà presso la propria autorità sanitaria competente o il proprio medico di famiglia, attraverso un apposito modulo: la dichiarazione sarà registrata direttamente nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), il database del Centro Nazionale Trapianti consultabile dai medici del coordinamento trapianti in modo sicuro 24 ore su 24
  • compilare il tesserino blu del Ministero della Salute o del tesserino di una delle associazioni di settore, che dovrà essere conservato insieme ai documenti personali
  • scrivere una dichiarazione che contenga nome, cognome, data di nascita, dichiarazione di volontà (positiva o negativa), data e firma da conservare tra i documenti personali
  • fare l'atto olografo dell'Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO) il quale, grazie a una convenzione del 2008, confluirà direttamente nel SIT
  • comunicare la propria volontà sulla donazione degli organi al Comune al rilascio della carta di identità.

La propria dichiarazione di volontà potrà essere modificata in qualsiasi momento secondo le modalità previste dalla normativa vigente. Sarà comunque ritenuta valida, sempre, l'ultima dichiarazione resa in ordine di tempo.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito dell'AIDO, del Ministero della Salute e i siti www.sonoundonatore.it e www.doniamo.org.

In Comune di Treviolo…

Una scelta in comune

Esprimi la tua volontà sulla donazione di organi e tessuti.

Dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti, al momento del rilascio o rinnovo della Carta d'Identità.

La donazione di organi e di tessuti rappresenta un atto di solidarietà verso il prossimo, un segno di grande civiltà e di rispetto per la vita ed il trapianto di organi e rappresenta un’efficace terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione terapeutica per alcune patologie non altrimenti curabili.

Grazie al progresso della medicina e all’esperienza acquisita negli ultimi decenni nel settore, il trapianto rappresenta la soluzione terapeutica in grado di garantire al paziente ricevente il ritorno ad una qualità della vita normale e una buona aspettativa di vita.

Il Comune di TREVIOLO ha aderito al progetto “Donare gli organi: Una scelta in Comune” promosso da AIDO – Associazione Italiana per la Donazione degli Organi, Centro Nazionale Trapianti, Nord Italian Transplant Program, ANCI Lombardia, Federsanità ANCI Lombardia, Regione Lombardia, riconoscendo l’altissimo valore sociale dell’iniziativa ed i benefici pratici di immediatezza operativa che ne derivano dallo stretto collegamento tra la banca dati comunale delle volontà manifestate positivamente alla donazione degli organi e dei tessuti in sede di rinnovo/rilascio della carta d’identità e la banca dati in possesso del Centro Nazionale Trapianti e delle sue diramazioni regionali.

Presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di TREVIOLO, è possibile esprimere la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento della richiesta o del rinnovo della carta d'Identità.

Una volta effettuata la dichiarazione il cittadino può cambiare la propria volontà in merito in qualsiasi momento firmando una dichiarazione documentata presso:

la sede dell'ATS (EX ASL)

le sedi dei CRT - Centro Regionale Trapianti, CNT - Centro Nazionale Trapianti

le sedi dell'AIDO - Associazione Italiana Donatori di Organi

l'Ufficio Anagrafe del proprio Comune solo nel momento del rinnovo della Carta d'Identità.

Destinatari del servizio:

Ogni cittadino maggiorenne ha la facoltà (ma non l'obbligo) di esprimere il proprio consenso/diniego in merito alla donazione degli organi e tessuti, sia manifestando esplicitamente la propria volontà in merito all'operatore dell'ufficio anagrafe, sia rispondendo all'invito di quest'ultimo.

Quando richiedere il servizio:

Al momento della richiesta o del rinnovo della Carta d'Identità.

Come accedere al servizio:

Al cittadino sarà fatto compilare un apposito modulo cartaceo in doppia copia, contenente i propri dati anagrafici oltre che alla dichiarazione di consenso/diniego sulla donazione di organi e tessuti.

Una copia sarà in possesso del cittadino, mentre l'altra sarà archiviata fisicamente negli archivi dell'Ufficio Anagrafe assieme alla scheda personale del cittadino. Una copia digitale della dichiarazione sarà inviata telematicamente al SIT - Sistema Informativo Trapianti in tempo reale.

Non sono possibili deleghe a terzi, la dichiarazione può essere firmata e rilasciata solo all'interessato.

ATTENZIONE : Anche se vi siete già espressi a favore della donazione degli organi, con l'iscrizione all'AIDO , vi ricordiamo che in fase di rinnovo della vostra carta d'identità, dovete dire di SI alla donazione, per evitare disguidi.

Se per errore dite NO, pensando che siete già iscritti ad Aido, il vostro NO per il "Ministero della Salute" stà ad indicare che non volete essere donatori.

Costo del servizio:

Il servizio è gratuito.

 

Puoi trovare questa pagina in

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
Ultimo aggiornamento: 10/12/2022 22:20.38